Ancora baby gang in azione a Napoli: rotto il naso a un 16enne

È emergenza baby gang a Napoli e dintorni. Terzo episodio violento ai danni di un 16enne.

È emergenza baby gang a Napoli e dintorni.

Dopo l’aggressione ai danni di due studenti di origine marocchina di Pomigliano D’Arco e del 15enne di Napoli (a cui è stata asportata la milza), dobbiamo dare conto di un altro minore aggredito da una baby gang sempre nel capoluogo campano.

Il nuovo episodio è avvenuto ieri sera, domenica 14 gennaio, davanti alla stazione della metropolitana Policlinico.

Un 16enne ha, infatti, raccontato di essere stato avvicinato da un gruppo di ragazzi che non conosceva, dall’apparente età tra i 16 e i 18 anni.

Prima la ‘banda’ ha cominciato a insultarlo senza alcuna ragione poi lo hanno colpito al volto con un pugno, rompendogli il naso.

Il ragazzino (che stava tornando a casa), comunque, ha rifiutato il ricovero in ospedale (con prognosi di 30 giorni).

Sono in corso gli accertamenti della Polizia per capire come siano andati realmente i fatti.

Baby gang in azione anche a Torino, dove, nella notte tra sabato e domenica, quattro giovani sono stati aggrediti, picchiati e derubati di tutto (persino delle giacche a vento) da una dozzina di ragazzi.

Parlavano italiano, ma sembravano marocchini. Erano tutti ben vestiti, hanno agito con lucidità“, hanno denunciato le vittime.