Arrestati per frode. Coniugi smascherati grazie a Facebook

Una coppia inglese ha finto di aver avuto problemi di salute durante due vacanze per farsi rimborsare. Sono stati scoperti grazie ai post su Facebook.

Sono finiti in carcere con l’accusa di frode. A smascherare la loro truffa è stato Facebook. I truffatori sono una donna di 53 anni e il marito di 43.

La coppia in questione, Paul Roberts e Deborah Briton marito e moglie britannici di Wallasey (contea del Merseyside), nel 2015 e nel 2016 avevano trascorso delle lussuose vacanze all-inclusive in un resort di Maiorca. Con loro c’erano anche i due figli.

Alla fine del soggiorno, in entrambi i casi, avevano fatto causa al tour operator a causa di una intossicazione alimentare che, a loro detta, aveva rovinato la vacanza. La richiesta di risarcimento ammontava a 20mila sterline.

Tuttavia a tradirli è stata la loro vanità. L’irrefrenabile voglia di apparire, di mostrare ogni singolo momento della propria vita e magari di far morire di invidia qualche amico, è stata fatale.

Durante le vacanze “incriminate”, infatti, i coniugi avevano riempito i loro profili social con le foto delle vacanze mettendo bene in evidenza che si stavano divertendo un mondo a Maiorca. Dei malori, nessuna traccia.

Questo è bastato per creare dei sospetti. E dopo alcune indagini il Tribunale di Liverpool è giunto alla conclusione che la coppia stava cercando di frodare il tour operator. E così moglie e marito sono stati condannati per frode rispettivamente a nove e 15 mesi di carcere.

Assolti, invece, i figli che avevano simulato i problemi di salute, ma non avevano chiesto il risarcimento.

Loading...