Addio a Basi, il panda più anziano del mondo

Il panda vivente più anziano del mondo è morto in Cina all’età di 37 anni, l’equivalente a più di un secolo per gli esseri umani.

Il panda vivente più anziano del mondo è morto in Cina all’età di 37 anni, l’equivalente a più di un secolo per gli esseri umani.

Lo hanno annunciato i ricercatori del centro di cura e conservazione per i panda giganti nel Fujian, in Cina, dove l’animale ha vissuto per quasi tutta la sua vita.

Con il cuore a pezzi, annunciamo che Basi, è morto questa mattina alle 08:50 all’età di 37 anni“, hanno affermato nel corso di una cerimonia ripresa anche dalla televisione di stato Cctv.

Panda Basi

Panda Basi

Nata libera, Basi è stata salvata in età molto giovane dopo essere caduto in un fiume nella Cina sud-occidentale e da allora è vissuta in cattività.

Il suo nome deriva proprio dalla valle in cui fu trovata e dopo la morte del 38enne JiaJia avvenuta lo scorso anni nello zoo di Hong Kong, si era guadagnata il titolo di panda gigante più vecchio del mondo.

L’esemplare ha, comunque, vissuto molto più a lungo della media, dato che i panda hanno un’aspettativa di vita di circa 20 anni.

Loading...