Charlie Gard, Papa Francesco: “Rispettare la volontà dei genitori”

Anche se con un po’ di ritardo, sono arrivate ieri le parole di Papa Francesco su Charlie Gard, il neonato di dieci mesi, ricoverato al Great Ormond Street Hospital di Londra per una rara malattia genetica.

Anche se con un po’ di ritardo, sono arrivate ieri le parole di Papa Francesco su Charlie Gard, il neonato di dieci mesi, ricoverato al Great Ormond Street Hospital di Londra per una rara malattia genetica.

Bergoglio, infatti, ha espresso il proprio auspicio che le autorità inglesi possano mantenere in vita il bambino, rispettando la volontà dei genitori, Connie Yates e Chris Gard.

Lo ha reso noto Greg Burke, direttore della Sala Stampa della Santa Sede con queste parole: “Il Santo Padre segue con affetto e commozione la vicenda del piccolo Charlie Gard ed esprime la propria vicinanza ai suoi genitori. Per essi prega, auspicando che non si trascuri il loro desiderio di accompagnare e curare sino alla fine il proprio bimbo“.

Ricordiamo, infatti, che i genitori di Charlie vorrebbero portare, a loro spese (con il contributo delle donazioni provenienti da tutto il mondo), il bambino negli Stati Uniti d’America per sottoporlo a cure sperimentali.

Ma i medici britannici – con il beneplacito della Corte europea dei Diritti dell’Uomo – hanno respinto la richiesta dei genitori e hanno scelto di staccare la spina ai macchinari che tengono in vita il piccolo. Azione che, comunque, non è stata ancora fatta.

I medici hanno anche negato ai genitori il desiderio di far morire Charlie a casa sua.

Foto da FanPage.it

Loading...