Pilota precipitato durante la Guerra, 70 anni dopo resti trovati ‘incorporati’ in un albero

Si chiamava William Gray il pilota americano, i cui resti sono stati rinvenuti in Germania. Ma c’è dell’altro…

Per più di 70 anni un albero ha ‘protetto’ i resti di un pilota americano della Seconda Guerra Mondiale.

Era il 1945 quando l’aereo che pilotava William Gray si è schiantato in Germania.

Ora, a distanza di 72 anni, i suoi resti sono stati restituiti alla famiglia venerdì scorso, sepolti con gli onori militari.

William_Gray

William Gray

Gray aveva 21 anni quando partecipò a una missione il 16 aprile 1945: il suo velivolo si schiantò a Lindau, città della Baviera.

I resti di Gray sono stati recuperato lo scorso anno e le ossa sono state rinvenute “incorporate in un albero“.

L’albero, in pratica, è cresciuto sopra i resti del pilota statunitense, proteggendoli e segnandone il luogo.

William Gray è stato seppellito accanto a un suo migliore amico, Jim Louvier, morto nel 2010 all’età di 89 anni.

Quando i due partirono insieme per la guerra, Louvier fece un patto con Gray: ognuno si sarebbe preso cura della famiglia dell’altro in caso di brutte notizie.

E così Louvier fece, sposando anche la sorella minore dell’amico, un matrimonio durato 64 anni.

Adesso i due amici riposeranno per sempre, l’uno accanto all’altro.

Loading...