Questa coppia mangia solo 3 volte alla settimana. Il motivo è davvero assurdo!

Akahi Ricardo e Camilla Castello sono due coniugi di 36 e 34 anni che hanno deciso di seguire una dieta davvero particolare (per non dire assurda).

Akahi Ricardo e Camilla Castello sono due coniugi di 36 e 34 anni che hanno deciso di seguire una dieta davvero particolare (per non dire assurda).

I due, infatti, sostengono di mangiare solo brodo vegetale e frutta per una manciata di volte alla settimana.

La coppia vive tra la California e l’Ecuador e ha dichiarato di avere dimenticato cosa sia la fame e di credere che gli esseri umani possano sostentarsi esclusivamente dell’energia che esiste nell’universo e dentro di sé.

La donna, per di più, è madre di due figli e ha raccontato di avere seguito questa scelta anche durante la gravidanza, durante la quale ha mangiato qualcosa di solido appena cinque volte.

Gli esseri umani possono facilmente stare senza cibo – ha detto Camilla – fintantoché restano collegati all’energia che esiste in tutte le cose e attraverso la respirazione“.

Per tre anni, Akahi e io – ha aggiunto la donna – non abbiamo mangiato niente e adesso mangiamo solo occasionalmente, ad esempio in occasioni sociali o se vogliamo semplicemente assaporare un frutto“.

Con il mio primo figlio ho praticato una gravidanza respiratoria – ha raccontato Camilla – La fame è stata una sensazione estranea, così ho vissuto pienamente di luce e non ho mangiato nulla. I miei esami del sangue, durante tutti e tre i trimestri, sono stati impeccabili e ho partorito un bambino sano“.

Camila e Akahi si sono incontrati nel 2005 e si sono sposati tre anni dopo.

Hanno scoperto la filosofia ‘respiratoria’ durante un viaggio in Sud America, nel 2008, grazie a un amico.

Secondo il DailyMail, la coppia è stata vegetariana per molti anni e, successivamente, è passata a una dieta vegana e, poi, all’alimentazione di soli frutti. Nel marzo del 2008, infine, Akahi e Camila hanno intrapreso un processo di conversione lungo 21 giorni.

Durante i primi sette giorni di questo processo non viene consumato nulla (tranne l’aria, naturalmente), mentre, nei successivi solo acqua e succo diluito.

La coppia ha, comunque, spiegato che i loro figlio saranno liberi di mangiare ciò che vogliono: “Li lasceremo mangiare qualsiasi cosa desiderino, che sia una pizza, la frutta, il gelato o le patatine fritte”.

Loading...