Senzatetto trova portafoglio con 1.000 euro e fa un gesto che spiazza tutti

Una splendida storia di onestà accaduta qualche giorno fa a Verona e raccontata dalla pagina ‘Agente Lisa’ della Polizia di Stato.

Un senzatetto di Verona ha trovato un portafoglio con dentro 1000 euro e lo ha riconsegnato al proprietario.

Questa bellissima storia è stata raccontata il 9 luglio scorso sulla pagina Facebook Agente Lista, gestita dalla Polizia di Stato.

portafoglio

Ecco il racconto sul social media:

Alzi la mano chi trovandosi a passare vicino ad un barbone non storcerebbe il naso vedendolo buttato lì per terra in mezzo ai suoi vestiti laceri, che meriterebbero un bagno tanto quanto lui.

Ecco, il quadro che vi ho dipinto sicuramente suona familiare a chi vive in una grande città eppure a Verona uno di loro, anzi lui e la sua donna, hanno compiuto un gesto che molte persone lavate e profumate forse non avrebbero fatto.

Erano davanti ad un ospedale, perché il fratello di lui è ricoverato e hanno trovato in terra un portafoglio con ben mille euro dentro.

Lui si è avvicinato ad una infermiera del pronto soccorso e gli ha chiesto di chiamare la Polizia pregandola al contempo di controllare che non aveva toccato il denaro.

La sua paura più grande probabilmente era quella di essere accusato di furto.

Forse le tante peripezie che aveva affrontato nella vita gli hanno instillato anche la paura di essere accusato ingiustamente.

Non appena gli agenti hanno avuto il portafoglio, che conteneva anche i documenti del proprietario, si sono recati a casa della persona che lo aveva smarrito, un anziano di 91 anni già molto agitato perché si era accorto di averlo perso.

Contento del ritrovamento ha deciso di dare una mancia di € 50 al clochard e di € 100 in tutto ai due poliziotti ma proprio questi ultimi, che non potevano né volevano prendere quei soldi, gli hanno suggerito di aggiungerli ai € 50 destinati all’onesto clochard.

‘L’abito non fa il monaco’ a quanto pare continua ad avere un fondo di verità…“.

Oltre 1,4mila le reazioni su Facebook con quasi 200 commenti.

Una splendida storia di onestà, non c’è che dire!

Loading...