Sorprende ladri in casa, spara e ne uccide uno

A Livorno un avvocato ha sorpreso tre ladri in casa dei genitori e ha sparato uccidendone uno. Ora l’uomo è in questura per la ricostruzione dei fatti.

Ha sorpreso i ladri in casa dei genitori. Ha sparato uccidendone uno. Ora è in questura per la ricostruzione dei fatti. È accaduto ad un avvocato di 47 anni di Livorno.

L’uomo era andato a controllare l’abitazione dopo aver ricevuto sul telefonino un messaggio del sistema di antifurto che lo avvisava che qualcuno si era introdotto nell’appartamento.

Come prima cosa l’uomo ha fatto un giro nel giardino. È stato lì che si è visto venire incontro un uomo che con accento napoletano gli ha intimato di andare via perché era in atto un furto. L’avvocato, estraendo una pistola regolarmente detenuta a causa di minacce subite in passato, ha risposto che era il padrone di casa e che stava chiamando la Polizia.

A quel punto gli energumeni sono diventati due ed entrambi hanno continuato ad avvicinarsi all’avvocato “con fare minaccioso”, come ha poi dichiarato in questura.

Quando ha visto che uno dei due ladri ha messo una mano in tasca, l’avvocato “preso dal panico” ha cominciato a sparare. Secondo le sue dichiarazioni sono stati 6 i colpi usciti dall’arma. Uno di questi è stato fatale per un terzo ladro che stava scendendo da una scala esterna. A quel punto gli altri due sono fuggiti.

L’avvocato, invece, ora è in questura.

Loading...