27enne addestratore sbranato dal cane dell’amico

Un giovane addestratore di cani è stato sbranato da un bull terrier di un anno e mezzo che gli era stato affidato da un amico.

Un giovane addestratore di cani è stato sbranato da un bull terrier di un anno e mezzo che gli era stato affidato da un amico.

Il corpo del giovane è stato rinvenuto nella tarda serata di ieri, sabato 19 novembre, in un terreno recintato tra Monteu da Po e Cavagnolo, in provincia di Torino.

Il cadavere è stato trovato da un ragazzino di 16 anni, un vicino di casa del proprietario del cane che ha sentito l’animale abbiare.

La vittima, Davide Lobue, aveva 27 anni e viveva a Rivoli, sempre nel Torinese.

Il servizio veterinario ha affidato il bull terrier a un canile di Settimo Torinese.

Un bull terrier

Un bull terrier

Sul fatto indagano i Carabinieri di Chivasso, coordinati dalla Procura di Ivrea.

I militari – come si apprende da LaStampa.it – stanno cercando di capire se l’uomo sia morto per i morsi del cane su testa, collo, polpacci, coscia e braccia, oppure per un’altra causa e solo dopo azzannato dal cane.

Un’ipotesi non scartata dagli inquirenti, perché attorno al corpo dell’uomo, secondo un primo esame del medico legale, non ci sarebbe così tanto sangue, possibile segno che l’animale si sia accanito sul corpo del 27enne quando il suo cuore era già fermo, stroncato forse da un malore.

Tuttavia, occorrerà l’autopsia per chiarire la causa della morte di Lobue.

Loading...