Trucchi per rendere meno traumatico il risveglio la mattina

Non sempre è colpa dei bagordi del sabato sera. Spesso non si ha voglia di alzarsi dal letto per motivi fisiologici. Ecco come risolvere il problema.

Per la maggior parte degli esseri umani la sveglia al mattino è una vera e propria tragedia. E non sempre la causa sono le poche ore di sonno a causa di uno sfrenato sabato sera o di una nottata a lavorare al pc. Molte volte è fisiologico: riguarda la cattiva circolazione sanguigna e l’apporto di ossigeno al corpo.

E allora ecco qualche trucco per rendere meno traumatico il risveglio.

Svegliatevi con l’idea che vi aspetta qualcosa di piacevole da fare, che sia la colazione, leggere un libro, fare shopping, andare in palestra. Questo sarà sicuramente un incentivo a mettere i piedi giù dal letto.

Prima di andare a dormire, invece, evitate attività fisiche che vi obbligano a sforzi come ad esempio il nuoto o la palestra che rischiano di tenervi svegli per un bel po’ e, quindi, di farvi dormire meno ore con conseguente difficoltà a svegliarvi il mattino. La stessa cosa vale per cene a base di cibi pesanti e difficilmente digeribili, ma anche per bibite eccitanti come tè e caffè che andrebbero evitati addirittura dal pomeriggio in poi. Meglio una tisana o un bel bagno caldo.

Per avere un sonno ristoratore, prima di coricarsi è bene anche evitare di utilizzare dispositivi digitali come pc, tablet e smartphone la cui luce eccita il cervello inibendo la produzione di melatonina, l’ormone del sonno.

Infine, alzatevi quando suona la sveglia. Temporeggiare dopo il fastidioso trillo che vi annuncia che è finita la nanna, è una delle cose peggiori che si possa fare perché contribuisce a rendere più faticoso il risveglio.

Loading...