Vietata la propaganda fascista, Camera approva la proposta di legge

La Camera ha approvato l’articolo 1 della proposta di legge, primo firmatario Emanuele Fiano (PD), che mira ad inserire nel Codice Penale il reato di propaganda del regime fascista e nazifascista.

La Camera ha approvato l’articolo 1 della proposta di legge, primo firmatario Emanuele Fiano (PD), che mira ad inserire nel Codice Penale il reato di propaganda del regime fascista e nazifascista.

Il testo, così come uscito dalla Commissione, è stato modificato durante l’esame, con l’approvazione di alcuni emendamenti.

I voti a favore sono stati 261, i contrari 122, 15 gli astenuti.

Hanno votato a favore: PD, AP, MDP, Sinistra Italiana, Civici e Innovatori, DS-CD.

Contrari M5S, FI, Lega e FDI.

COSA PREVEDE LA LEGGE

La legge prevede l’introduzione nel codice penale dell’articolo 293bis con lo scopo di punire “chiunque propaganda le immagini o i contenuti propri del partito fascista o del partito nazionalsocialista tedesco”. La pena prevista è tra 6 mesi e 2 anni.

Insomma, stop a saluto romano, gadget nostalgici e merce che ricorda il ventennio fascista o il regime nazista.

In più, c’è “l’aggravante se tutto questo viene attuato attraverso strumenti telematici o informatici“, ovvero attraverso internet.

Loading...