“Voglio morire per Allah”, immigrato accoltella poliziotto a Milano

Un uomo di 31 anni ha tentato di accoltellare un poliziotto. Aveva un ordine di espulsione.

Arrestato dalla Polizia, a Milano, un immigrato di 31 anni della Guinea.

L’uomo ha tentato di accoltellare un poliziotto, nella zona della Stazione Centrale del capoluogo lombardo, intorno alle 12.40.

Il poliziotto ha riportato una ferita lievissima grazie al fatto che indossava un giubbotto antiproiettile.

Come si apprende da Ansa.it, in base a una prima ricostruzione, l’uomo era stato segnalato perché aveva un coltello e stava per salire su un bus turistico.

Qualcuno ha chiamato la Polizia che è subito accorsa sul posto.

Lo straniero, alla vista degli agenti, si è avventato contro uno di loro, appena sceso dall’auto.

La coltellata, fortunatamente, è stata neutralizzata dal giubbotto antiproiettile e ora il poliziotto si trova al pronto soccorso, in codice verde.

L’immigrato aveva un ordine di espulsione emesso dal questore di Sondrio lo scorso 4 luglio e precedenti per lesioni, minacce, e resistenza a pubblico ufficiale.

L’immigrato ha urlato “voglio morire per Allah” mentre gli agenti lo stavano accompagnando in Questura.

Al momento, però, è esclusa la pista terroristica. Si propende per il classico gesto commesso da uno “squilibrato“.

Loading...