🔴 Allarme maltempo: situazioni critiche in Liguria, Toscana e Campania

Il dettaglio della situazioni nelle zone più colpite dal maltempo.

Allerta maltempo in Italia nella giornata di oggi, domenica 2 novembre. Ecco il dettaglio della situazione in Liguria, Toscana e Campania.

LIGURIA

Tra stasera e domani una mareggiata “molto intensa” interesserà il centro e il Levante della Liguria “con onde alte fino a 4 metri e una decina di secondi di ‘periodo'”.

Lo hanno sottolineato l’assessore regionale alla Protezione civile Giacomo Giampedrone e la dirigente del centro meteo Arpal Francesca Giannoni stamattina a Genova nella sala operativa del centro di Protezione civile.

Il mare è giò mosso e nelle prossime ore inizierà un forte vento soprattutto dai quadranti meridionali, in particolare una libecciata forte sull’estremo Ponente con venti fino a burrasca, mentre sul centro-levante con raffiche di burrasca ci aspettiamo una mareggiata intensa“, ha detto Giannoni.

Oggi il mare andrà a crescere, fin nella giornata di domani raggiungendo l’intensità massima. Non crediamo che sarà una mareggiata paragonabile a quella che ha colpito la Liguria nel 2018, ma ci sono tutti gli elementi per prevedere disagi importanti“.

La situazione peggiore si registra nel Levante ligure, che passa ad allerta rossa per i bacini medi e grandi, come il Magra, il Vara e l’Entella.

Al momento la situazione più critica è sul Tigullio: a Lavagna alcune case scoperchiate a causa del vento e alcuni alberi caduti durante la notte, con 9 sfollati.

Le piogge più abbondanti sono cadute tra Sestri Levante, Casarza Ligure e Moneglia, dove si sono verificate locali esondazioni dei torrenti Gromolo e Petronio tra Sestri Levante e Casarza e dei rivi San Lorenzo e Bisagno a Moneglia.

In alcune abitazioni i residenti sono stati invitati a spostarsi ai piani superiori.

Il sindaco di Sestri Levante, Valentina Ghio, ha invitato i suoi concittadini di non uscire da casa. Molte le strade e le piazze allagate della cittadina ligure mentre si stanno intensificando le precipitazioni. Chiuse le strade vicine al torrente Petronio. Riva Trigoso risulta isolata.

Leggi anche: 18enne impigliata nel cancello di casa e muore soffocata.

TOSCANA

In Toscana, soprattutto nelle zone di nord – ovest, sono previste piogge e temporali localmente anche di forte intensità.

Per questo motivo la Sala operativa unificata ha mantenuto il codice giallo su tutta la regione fino alle 22 di stasera. Lo segnala la Regione Toscana in una nota.

Emesso, poi, un codice arancione per mareggiate che scatta dalla mezzanotte di stasera fino alle 13 di domani, lunedì 4, sull’Arcipelago settentrionale (Capraia e Gorgona) e sulla costa centrale per i mari che saranno da molto mossi a molto agitati a causa del vento forte di Ponente.

Nella notte e per tutta la giornata di domani, lunedì 4, codice giallo per vento anche sull’Alto Mugello e i versanti emiliani dell’Appennino che saranno colpiti dai venti di Ponente con forti raffiche sia dai rinforzi di Sud est che arriveranno nel pomeriggio.

Da VoceControCorrente.it: Ruini (CEI): “Doveroso il dialogo con Matteo Salvini”.

CAMPANIA

Disagi causati dal maltempo anche in Campania. Si sono verificate nel casertano e nel salernitano le maggiori precipitazioni con valori di pioggia caduta nelle ultime 12 ore nell’area di Terra di lavoro dai 100 ai 140 millimetri (con punte massime a Roccamonfina dove si sono registrati 150 mm) e fra i 50 e i 140 mm di Tramonti (la punta massima registrata in provincia di Salerno).

Lo ha comunicato la Protezione civile della Regione Campania, che per tutta la notte ha provveduto a monitorare la situazione inviando associazioni di volontariato nelle aree dei Comuni che hanno fatto richiesta di supporto.

Tra le zone maggiormente colpite, anche a causa della fragilità del territorio, quelle del bacino idrografico del Sarno e del salernitano con allagamenti a Castel San Giorgio (forti disagi in località Santa Croce), San Marzano sul Sarno (per esondazione fiume Sarno all’altezza di via Marconi), Nocera Superiore, Nocera Inferiore.

Altri allagamenti e smottamenti si segnalano in provincia di Avellino, nei comuni di Montoro Superiore e Inferiore, di Solofra, Serino, a Santo Stefano del Sole e a Santa Lucia di Serino dove si registrano allagamenti diffusi, un rischio di esondazione che potrebbe interessare due valloni e una colata di fango (due case risultano isolate).

A Napoli disagi nei quartieri di Soccavo e Fuorigrotta. Nel casertano problemi a Francolise per esondazione del Rio Savona, Cellole e Sessa Aurunca.

Un piccolo smottamento si è verificato anche in Costiera amalfitana sulla strada provinciale che collega Ravello con Tramonti. A Salerno, invece, sono caduti alcuni alberi sul lungomare Trieste ma non si registrano criticità allarmanti.

Da SaluteLab: Cresce il numero dei neonati in crisi di asistenza di droga.