13 ricoverati dopo un atterraggio d’emergenza di un aereo della American Airlines

L’aereo, proveniente da Miami, era diretto a Boston dove è atterrato.

American Airlines

Un volo American Airlines partito domenica mattina da Miami ha effettuato un atterraggio d’emergenza all’aeroporto di arrivo, Boston, a seguito di un improvviso malore, e 13 passeggeri sono stati portati in ospedale.

La portavoce dell’autorità portuale del Massachusetts, Samantha Decker, afferma che i sintomi dei passeggeri sembravano lievi.

Un portavoce dell’American Airlines ha riferito che facevano parte di un gruppo di studenti. Ha detto che nessun altro passeggero o membro dell’equipaggio si è sentito male.

Per paura di eventuali contagi – evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello Sportello dei Diritti – medici e infermieri hanno soccorso i passeggeri direttamente a bordo dell’aereo. In tutto, stando a quanto riferito dai media statunitensi, hanno richiesto assistenza medica immediata 13 passeggeri che sono stati immediatamente trasportati in ospedale.

La notizia è stata confermata anche dalla compagnia aerea. Ingenti le misure di sicurezza predisposte per l’operazione, con la polizia aeroportuale e il personale medico muniti di mascherine protettive. Anche se resta da capire cosa abbia provocato il malore collettivo a bordo dell’aereo.

A titolo precauzionale, l’aereo è stato raggiunto dalle autorità competenti che hanno preso la decisione di sottoporre a screening tutti a bordo, in linea con le procedure standard di salute e sicurezza. Al momento, non ci sono notizie ufficiali da parte delle autorità sanitarie americane.

Leggi anche: perdita di pressione in cabina, paura sul volo Finnair.
Seguici anche su Google News: