13enne accerchiata e palpeggiata nelle parti intime da branco di nordafricani

Bruttissimo incubo per una 13enne di Venezia.

Come si apprende da IlGazzettino.it, la ragazzina è stata avvicinata da un gruppo di uomini che l’hanno accerchiata e spintonata nel più vicino sottoportico, dove uno di loro ha palpeggiato le sue parti intime.

La violenza sessuale è avvenuta venerdì scorso – 12 gennaio – in via Garibaldi a Castello, una delle zone più frequentate e popolate della città lagunare, per di più in pieno giorno.

La 13enne ha denunciato quanto le è successo alla Questura.

La Polizia Scientifica, per le indagini del caso, ha sequestrato gli indumenti della ragazza così da individuare eventuali tracce dello sconosciuto che l’ha toccata.

Basterebbe, infatti, anche un solo capello per risalire al DNA dell’aggressore.

Inoltre, sono in corso le indagini ‘tradizionali’: la Polizia sta controllando le immagini riprese dalle telecamere di videosorveglianza della zona.

La giovane ha descritto il gruppo come composto da tre o quattro uomini stranieri, nordafricani, che l’hanno terrorizzata.