18enne morta in Inghilterra, individuate le bulle che l’hanno pestata

Sono state identificate le ragazze che hanno pestato la 18enne Mariam Moustafa a Nottingham, causandole ferite e traumi che l’hanno portata alla morte dopo alcuni giorni di coma.

Secondo gli investigatori inglesi, la ragazza non dovrebbe essere stata presa di mira per razzismo (come sospettato dai genitori) ma potrebbe esserci stato uno scambio di persona.

Mariam, infatti, potrebbe essere stata scambiata per una ragazza che sui social media si faceva chiamare black rose.

Inoltre, ci sono dubbi sull’operato dei medici.

Mariam, infatti, dopo un primo controllo, è stata dimessa dall’ospedale: lo staff ospedaliero avrebbe così valutato in maniera errata lo stato di salute della ragazza.

Insomma, oltre alle bulle, nei guai ci potrebbe essere anche chi non ha curato come si deve la ragazza.

Mariam, che da poco aveva passato il test per entrare nella facoltà d’Ingegneria, si era trasferita dall’Italia, insieme alla famiglia, quattro anni fa.

È stata aggredita il 20 febbraio scorso su un autobus insieme ad un amico che ha provato a proteggerla.

Anche la Procura della Repubblica di Roma ha aperto un fascicolo d’indagine, visto che la ragazza è nata e cresciuta a Roma.