19enne accoltella un amico e si butta in un lago: salvato

È successo a Moscosi di Cingoli, in provincia di Macerata.

La notte scorsa, a Moscosi di Cingoli (Macerata), un 19enne ha accoltellato un amico al torace ed è fuggito.

Il giovane, sotto shock, si è poi messo in mezzo a una strada per tentare di farsi investire da un’auto di passaggio che, però, riesce a schivarlo. Dopodiché, il 19enne ha scavalcato la ringhiera di un ponte e si è gettato nel lago di Castreccioni. Alla fine, è stato recuperato in grave stato di ipotermia.

Come raccontato dall’Ansa, i due amici erano usciti con altri ragazzi da un bar della zona, quando, per un diverbio, è scattata l’aggressione con un coltello nel parcheggio prima del ponte che attraversa il lago.

LEGGI ANCHE: Ferrara, giovane massacra a pugni la nonna di 71 anni.

Il 19enne autore della coltellata è fuggito, piazzandosi in mezzo alla strada, ma un’ automobile lo ha solo sfiorato. Si è poi lanciato nel lago e l’automobilista ha dato l’allarme. Sul posto carabinieri, vigili del fuoco, ambulanza del 118 e della Piros di Apiro.

Il giovane è stato individuato aggrappato ad un pilone e recuperato con un barca a remi. Poi trasportato all’ospedale di Torrette di Ancona. Il coetaneo accoltellato è ricoverato all’ospedale Carlo Urbani di Jesi. Le sue condizioni non sono gravi.

LEGGI ANCHE: Auto contro un muro nel Catanese: morto un 16enne.