19enne di Livorno muore in discoteca, l’ipotesi è mix di alcol e droga

Il dramma è avvenuto a Sovigliana, frazione di Vinci (Firenze).

Dramma in una discoteca di Sovigliana, frazione di Vinci (Firenze) dov’è morta una 19enne originaria di Livorno: Erika Lucchesi.

Il locale è stato posto sotto sequestro dai carabinieri che stanno procedendo insieme all’ispettorato del lavoro. Sul posto anche il magistrato Fabio Di Vizio della Procura della Repubblica di Firenze e i carabinieri hanno sentito glli amici della giovane per ricostruire quanto successo.

A quanto si è appreso, Erika Lucchesi avrebbe accusato un malore intorno alle 4.15. L’ipotesi più probabile è che la giovane abbia assunto un mix di alcol e droghe ma sarà l’autopsia a chiarire le cause del decesso. I militari, comunque, sono al lavoro per individuare chi ha acceduto le sostanze stupefacenti alla 19enne.

Sul posto sono arrivati anche i genitori di Erika Lucchesi: la madre si è sentita male ed è stata soccorsa dai sanitari del 118.

La tragedia è avvenuta nella serata di riapertura della discoteca Jaiss. Negli anni 80 e 90 questo locale era uno dei luoghi di culto della musica techno.

Un anno fa, inoltre, la questura di Firenze dispose la sospensione dell’attività per 15 giorni perché le forze dell’ordine avevano accertato lo spaccio di sostanze stupefacenti.

Il provvedimento scattò ai sensi dell’articolo 100 del Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza, in seguito agli accertamenti svolti nel corso della notte tra il 31 ottobre e il primo novembre di un anno fa dai militari della compagnia di Empoli con l’ausilio del Nucleo cinofili e del personale dell’Ispettorato del lavoro di Firenze e degli agenti della polizia municipale dell’Unione dei Comuni Empolese Valdelsa.

Durante i controlli fu rinvenuta della droga occultata nei pressi del guardaroba e della hall della discoteca, confezionata e pronta per attività di spaccio, e nell’occasione due frequentatori minorenni vennero trovati in possesso di sostanza stupefacente per uso personale ed entrambi furono segnalati.

Leggi anche: Caterina Balivo: “Io conduco i programmi da sola”.

Da SaluteLab: Giornata Europea della Depressione, ne soffrono 3 milioni di italiani.