2 mesi e le scade il contratto da precaria. Al titolare: “Sono incinta” e lui l’assume

È successo a Mogliano Veneto, comune di 28mila abitanto della provincia di Treviso, in Veneto.

donna-incinta

A due mesi di distanza dalla scadenza del contratto a tempo determinato, una 28enne ha comunicato al suo titolare di aspettare un bambino.

E l’uomo, Riccardo Pistollato, titolare della AgriCenter, invece di attendere la conclusione del rapporto di lavoro, ha premiato la donna con l’assunzione a tempo indeterminato.

È successo a Mogliano Veneto, comune di 28mila abitanto della provincia di Treviso, in Veneto.

L’imprenditore ha spiegato al Gazzettino il perché della sua scelta: “Mi ha dato fiducia, l’ho ripagata“.

Pistollato, 36 anni, titolare di un’azienda di articoli per il giardinaggio, l’orto e l’agricoltura, ha dichiarato: “Mi ha dato fiducia mettendosi in una situazione potenzialmente vulnerabile spiega ma se si dà onestà, si oncassa onestà. Spesso gli imprenditori vengono dipinti come approfittatori che pensano solo a fare soldi sulle spalle dei dipendenti. Non è così. Solo creando una squadra e responsabilizzando i propri collaboratori è possibile lavorare uniti per un obiettivo comune“.

Riccardo-Pistollato
Riccardo Pistollato.

Su Facebook, rispondendo a chi ha sottolineato che molte donne non hanno la fortuna della 28enne, l’imprenditore ha scritto: “Spero di essere un buon esempio, se non si vede il dipendente come un semplice lavoratore fine a sé stesso, è possibile ricevere qualcosa in cambio che consente di creare una vera squadra. Vale nelle piccole e medie imprese, ma, pur a settori, dovrebbe essere lo stesso anche in quelle grandi“.

La donna lavora in ufficio insieme ad altri quattro colleghi, tutti uomini.

All’inizio di quest’anno, inoltre, quando la quasi 30enne ha terminato l’allattamento, l’imprenditore le ha dato una promozione “per premiarla per l’onestà che aveva avuto e anche perché è sempre stata disponibile, anche quando era in maternità, a fornire tutte le informazioni necessarie alla sua sostituta“.

Leggi anche: Lo dice uno studio: “I soldi fanno la felicità”.