25 aprile, Luigi Di Maio all’attacco di Matteo Salvini / Le parole del vicepremier

Il leader del Movimento Cinque Stelle va in polemica con il collega di governo.

Luigi Di Maio e Matteo Salvini.
Luigi Di Maio e Matteo Salvini.

A due giorni dal 25 aprile, Festa della Liberazione, il vicepremier Luigi Di Maio va in aperta polemica con il ‘collega’ Matteo Salvini.

Il leader del Movimento Cinque Stelle, infatti, ha affermato: “Leggo che qualcuno oggi arriva persino a negare il 25 aprile, il giorno della Liberazione. Lo trovo grave“.

Di Maio ha aggiunto che “è curioso che coloro che oggi lo negano siano gli stessi che però hanno aderito al congresso di Verona, passeggiando per mano con gli antiabortisti. Il 25 aprile è una festa nazionale della Repubblica italiana. Non è questione di destra o di sinistra ma di credere nell’Italia e rispettarla“.

A distanza ha replicato così il leader della Lega: “Nel 2019 la vera Liberazione dell’Italia è dalle mafie. Io sarò a Corleone per ringraziare gli agenti che rischiano la vita“.

Alla luce di ciò il Movimento Cinque Stelle parteciperà alle celebrazioni per il 25 aprile organizzate dallla Comunità ebraica di Roma insieme ai ministri Elisabetta Trenta e Alfonso Bonafede e alla sindaca Virginia Raggi.

I governatori della Lega, poi, parteciperanno alle manifestazioni ufficiali previste per la Festa della Liberazione.

Leggi anche: Matteo Salvini alla scrittrice Murgia: “Radical chic” e lei risponde così.

Seguici anche su Google News: