28enne uccide la madre e la nonna e poi si toglie la vita

Foto da Corriere.it

Tragedia familiare a Paina di Giussano, in provincia di Monza Brianza.

Tre persone (madre di 88 anni, figlia di 52 e nipote di 28) sono state trovate morte in un appartamento poco dopo le 23.

Sui corpi ferite da arma da taglio all’altezza del collo ma sono in corso gli accertamenti.

L’allarme è stato lanciato da un vicino di casa che non riusciva a mettersi in contatto con la famiglia.

L’appartamento non presentava segni di scassinamento a porte e finestre ed era chiuso dall’interno.

Per entrare, infatti, i vigili del fuoco hanno dovuto sfondare la porta.

Secondo una prima ricostruzione si tratterebbe di un duplice omicidio e suicidio.

Ad uccidere sarebbe stato il nipote, Alessandro Turati, che ha prima tolto la vita alla madre Monica Cesano e alla nonna Paola Partavicini e poi si sarebbe tolto la vita.

Le donne sarebbero state uccise nel sonno con un coltello da cucina.

A quanto pare, il giovane era in cura per problemi psichiatrici e avrebbe lasciato una traccia scritta a spiegazione della propria azione su alcuni bigliettini.

Sul posto Carabinieri e Vigili del Fuoco.