29 donne arrestate in Iran perché senza velo

A Teheran, capitale dell’Iran, 29 donne sono state arrestate per essersi mostrate in pubblico con il capo scoperto.

Secondo il codice d’abbigliamento imposto dalla rivoluzione islamica del 1979, infatti, le donne non possono andare in giro senza il velo.

Nel comunicato della Polizia si legge che le donne “turbavano l’ordine sociale“.

Le arrestato rischiano fino a due mesi di carcere.

Negli ultimi giorni, sui social media, sono diffuse foto di ragazze e donne che si mostrano a capo scoperto nelle strade, di solito in piedi su centraline elettriche, e con il velo legato a una bastone.

Anche alcuni uomini hanno aderito alla protesta.

Si tratta di una campagna che è soprannominata del “mercoledì bianco“, come il colore dei veli, lanciata da una giornalista iraniana, la 32enne Masih Alinjead, appartenente al movimento My Stealthy Freedom, per il diritto delle donne a scegliere come vestirsi.

In Iran la legge obbliga le donne a indossare non solo il velo ma anche abiti lunghi, coprendo interamente il corpo, eccetto volto, mani e piedi.