33enne morto per un pugno, fermato un coetaneo

Emanuele-Tiberi

Un uomo di 33 anni, Emanuele Tiberi, è morto all’ospedale di Terni.

L’uomo era stato ricoverato in gravissime condizioni nella notte tra sabato e domenica. Dapprima era stato trasportato all’ospedale di Spoleto poi in quello di Terni.

A causare i danni che hanno portato poi al decesso è stata una lite con un coetaneo all’esterno di un locale di Norcia.

Emanuele – come si apprende da IlGiornale.it – è stato centrato a un pugno in pieno volto, è caduto a terra e ha sbattuto la testa.

Il personale del 118 è intervenuto tempestivamente e le condizioni del 33enne sono apparse immediatamente critiche.

L’uomo dapprima è entrato in coma a causa di un’emorragia cerebrale poi è morto intorno alle 18.30 di domenica scorsa.

Arrestato Cristian Salvatori, coetaneo della vittima e incensurato. Era stato fermato con l’accusa di tentato omicidio ma ora dovrà rispondere di omicidio preterintenzionale.

Sulla salma di Emanuele sarà disposta l’autopsia per individuare l’esatta causa del decesso.