4 Ristoranti, al via la nuova stagione dello show di Alessandro Borghese

Si comincia il 23 aprile con Venezia. Lo chef ha anche detto la sua sulla situazione dei ristoratori italiani per il coronavirus.

Dal 23 aprile su Sky e Now TV ci saranno i nuovi epidodi di 4 Ristoranti, il celebre cooking show condotto da Alessandro Borghese.

A proposito di quanto sta succedendo per l’emergenza coronavirus, in relazione ai ristoranti, Borghese ha affermato: «Secondo me la ripresa sarà forte perché la gente ha voglia di uscire, ha voglia di andare al ristorante e ha anche voglia di rilanciare l’economia. Succederà nel momento in cui capiremo quali sono le regole di ingaggio, che sono quelle che ci mancano».

«Il discorso delle distanze, delle mascherine, dei guanti, porrà due problematiche – ha affermato lo chef –  la prima è quella delle relazioni interpersonali. Il ristorante è il luogo di aggregazione, dove vuoi conversare, avere il cameriere che ti suggerisce quel vino perché ti conosce e ha quella confidenza con te. Questo forse verrà un po’ meno».

Poi, Borghese ha detto: «Mi preoccupa molto il discorso della ristorazione più piccola: le pizzerie, i luoghi che vivono di aperitivo, di aggregazione al bancone, meno i ristoranti di un certo calibro, che già di per sé hanno pochi tavoli in spazi ampi, che è già nella filosofia di chi fa alta ristorazione e saranno un po’ più agevolati».

Lo chef ha poi affermato: «Non abbiamo la palla di cristallo. Se il governo non ci dà delle regole ben precise su cui possiamo riflettere, di notte non possiamo avere la visione di che cosa accadrà. Tutti stanno modificando il loro modo di lavorare. Io nella mia azienda, la AB Normal, ho 64 dipendenti in cassa integrazione, tra cuochi, camerieri, ufficio marketing».

E l’idea dei ristobond, ovvero paghi oggi e consumi domani? «È sicuramente un bene perché troveremo file al ristorante e bisognerà contingentare le persone, e dare loro una coccola speciale. Non so fino a che punto il governo ci darà una mano, ma io prevedo un futuro roseo: io sono un ottimista, appena finisce rimettiamoci in cucina. L’unica cosa che temo è la mancanza di contatto umano: io sono un empatico».


LEGGI ANCHE: Quanto costa la cena di San Valentino da Cannavacciuolo?

LA NUOVA EDIZIONE DI 4 RISTORANTI

Il primo appuntamento – 23 aprile – è preceduto, alle 20.45, da Alessandro Borghese 4 Ristoranti – speciale the Jackal, la sfida a colpi di cacio e pepe tra lo chef e il collettivo di videomaker.

Nella prima puntata della produzione originale Sky realizzata da Banijay Italia lo chef Borghese è stato costretto temporaneamente ad abbandonare l’amato van: il suggestivo teatro della contesa è, infatti, Venezia, dove quattro ristoratori si sfidano per decretare il migliore rappresentante della cucina in laguna.

A contendersi il titolo ci sono: Simone con la Trattoria Povoledo, Nicola con Zanze XVI, Orietta con Ogio Ristorante e Caffè Contemporaneo e, infine, Gipi con Riviera Ristorante per Onnivori.

In questa prima puntata il piatto oggetto di bonus è il fegato alla veneziana. «La puntata – ha precisato Sky – è stata registrata pochi giorni prima dell’alluvione che ha colpito Venezia lo scorso 12 novembre. Questo evento aveva spinto Alessandro Borghese a organizzare, con il sindaco della città, Luigi Brugnaro, e Confindustria, una cena per raccogliere fondi per sostenere il comune e i ristoratori locali».

Le prossime puntate, ogni giovedì alle 21.15 su Sky Uno (canale 108, digitale terrestre canale 455), sempre disponibile on demand, visibile su Sky Go, su smartphone, tablet e PC, anche in viaggio nei Paesi dell’Unione Europea, e in streaming su NOW TV – si svolgeranno in alcuni dei luoghi più affascinanti e caratteristici della Penisola: ci saranno le due metropoli Roma e Milano, ma anche la Valle d’Aosta, la Carnia, la Val Badia, Arezzo, il Conero, la Lunigiana e il Cilento.

Il meccanismo della sfida rimane invariato: quattro ristoratori della stessa zona di appartenenza si sfidano per stabilire chi tra di loro è il migliore in una determinata categoria. Ogni ristoratore invita a cena gli altri tre che, accompagnati dallo chef Borghese, commentano e votano con un punteggio da 0 a 10 location, menu, servizio e conto del ristorante che li ospita. In palio per il vincitore di ciascuna puntata, il titolo di miglior ristorante e un contributo economico di 5 mila euro da investire nella propria attività.

Ogni cena è preceduta dall’ispezione dello chef Borghese della cucina del ristorante. Un’ispezione che nel corso della cena si concentrerà sul personale di sala, messo alla prova su accoglienza, servizio al tavolo, descrizione del piatto e del vino. Solo alla fine scopriamo il giudizio di chef Borghese che con i suoi voti può confermare o ribaltare l’intera classifica che premia il migliore ristorante della puntata.

Inoltre, Alessandro Borghese ha a disposizione un bonus di 5 punti che gli permette di giudicare un elemento in più e che rende la sfida ancora più imprevedibile ed emozionante. Tutti i ristoranti che partecipano al programma sono identificabili attraverso un ‘bollino’ Alessandro Borghese 4 Ristoranti esposto all’esterno, una rete di locali testati da chi se ne intende: i ristoratori stessi.

LEGGI ANCHE: Quanto costa mangiare al ristorante dello chef Enrico Bartolini?