50mila euro per chi dà informazioni utili su Igor il russo

50mila euro al primo che fornirà informazioni utili alla cattura di Igor il russo.

Questa la taglia stabilita dal comitato degli amici di Davide Fabbri, il barista di Budrio ucciso nel suo locale il 1 primo aprile scorso.

Come si legge su Ansa.it, il legale della vedova della vittima, l’avvocato Giorgio Bacchelli, ha spiegato che si tratta di una ‘promessa al pubblico’ e il pagamento del compenso “sarà fatto ad avvenuto ed effettivo ritrovamento del latitanteNorbert Feher alias Igor Vaclavic così da assicurarlo alla giustizia.

Qualora, invece, venisse ritrovato il cadavere del killer “sempre a favore di colui che fornisce per primo notizie in merito, verrà riconosciuta una ricompensa pari al 50% dell’importo“.

La taglia scadrà tra tre mesi, o prima, se nel frattempo il latitante dovesse essere rintracciato “dalle forze dell’ordine o da altri“.

Le segnalazioni dovranno essere indirizzate al presidente del Comitato, Augusto Morena, tel. 3668000648, mail: team-ilupi@libero.it) o al legale della famiglia Fabbri e del Comitato, Avv. Giorgio Bacchelli (tel. 051/582543 – fax 051/330213 – email: giorgio@bacchelli.it).

Igor il Russo è in fuga da oltre tre mesi dopo avere ucciso, a Budrio, il barista Davide Fabbri e, una settimana dopo, in provincia di Ferrara, Valerio Verri, guardia ecologica volontaria.

L’uomo è anche responsabile del ferimento di una terza persona, Marco Ravaglio.