51enne si inietta il succo di frutta in vena: ha rischiato grosso

Una donna della Cina centrale ha rischiato di perdere la vita dopo essersi iniettata il succo di più di 20 tipi di frutta direttamente in vena.

La donna di 51 anni, come si apprende dal Daily Mail, stava seguendo un rimedio popolare per migliorare la salute e pensava che in quel modo avrebbe potuto assorbire meglio le sostanze nutritive presenti nei frutti.

Poco dopo essersi somministrata una flebo con il succo, la 51enne ha sviluppato la febbre e il prurito ed è stata portata in ospedale a Chenzhou, nella provincia di Hunan.

All’inizio la donna ha ignorato i sintomi e si è recata in ospedale soltanto dopo che il marito, scioccato, ha scoperto l’infusione il 22 febbraio scorso, secondo quanto riportato dal Xiaoxiang Morning News.

Il personale ospedaliero ha poi trasferito la 51enne all’Ospedale dell’Università di Xiangnan, dove è stata ricoverata in terapia intensiva.

Il dottore Liu Jianxiu ha spiegato ai giornalisti che la donna ha sofferto di un’infezione grave e ha subito danni al cuore, ai reni e al fegato.

La donna ha rischiato di perdere la vita a causa dell’insufficenza multipla degli organi e della sepsi.

I medici le hanno pulito il sangue tramite la dialisi, somministrato antibiotici e iniettato agenti coagulanti.

Dopo cinque giorni di trattamento, le condizioni della donna sono migliorate.

Il personale dell’ospedale ha raccontato alla stampa locale che la donna aveva chiamato un medico per somministrarle una flebo in casa fingendo di essere malata. Dopo, però, che il medico se ne ere andato, la cinese ha cambiato il liquido con il succo di frutta.

«Pensavo che la frutta frescca fosse molto nutriente e non avrei mai pensato che sarebbe stata dannosa, iniettandola nel mio corpo», si è giustificata la donna con l’interesse per la medicina alternativa e i rimedi casalinghi.