8 anni. La sera gioca a calcio e va letto, suona la sveglia ma non si alza più

ambulanza

Non c’è tragedia più grande per i genitori che perdere il proprio figlio, soprattutto quando accade all’improvviso, senza che prima ci siano stati segnali preoccupanti.

Com’è accaduto ieri – venerdì 2 febbraio – a Bevagna, comune di poco più di 5mila abitanti della provincia di Perugia.

Alle 7 di mattina, un bimbo di 8 anni, quando è suonata la sveglia per andare a scuola, non si è alzato dal letto.

I genitori hanno provato a fargli aprire gli occhi ma nulla.

Chiamato il 118, i soccorsi sono giunti immediatamente ma non hanno potuto fare altro che constatare il decesso del piccolo.

Forse, il bambino, figlio di un militare del corpo Forestale dello Stato, era morto già da tempo.

Come si legge su LaNazione.it, sono arrivati, poi, anche i Carabinieri della compagnia di Foligno che hanno eseguito una prima e doverosa ricognizione sul corpo e non hanno trovato alcun segno fisico o altro che potesse far pensare che il bambino stesse male.

La sera prima, tra l’altro, il piccolo aveva giocato a calcio, poi la cena e, infine, a letto.

Quindi, l’ipotesi è che il bambino – che non soffriva di alcuna patologia – sia morto in seguito a un problema cardiovascolare.

Lunedì, comunque, sarà eseguita l’autopsia per capire cosa ha portato via per sempre il piccolo, figlio unico.