A Forum i contendenti sono attori. Ecco quanto guadagnano

Lo sanno tutti, o quasi. I processi di Forum non sono veri.

Eppure, si tratta di uno dei programmi storici di Mediaset, in onda dal 29 settembre del 1985 e da allora le puntate trasmesse sono quasi 8mila.

IL PROGRAMMA

Come si legge su Wikipedia, il format utilizza la formula dell’arbitrato rituale per risolvere controversie in materia di questioni condominiali, sinistri stradali, problematiche familiari. I fatti trattati sono selezionati tra quelli inviati tramite corrispondenza alla redazione della trasmissione, ricostruiti e impersonati da due figuranti.

Non si tratta di sentenze ufficiali (che possono essere emesse solo dalla magistratura giudicante), ma di lodi arbitrali; i contendenti sono invitati prima della trasmissione a firmare un atto di compromesso, che permetterà al giudice di decidere in merito alle questioni a lui sottoposte. Ogni causa viene analizzata tramite il dibattimento tra le parti. Mentre il giudice si ritira per deliberare, la conduttrice intervista il pubblico e legge i commenti inviati dai telespettatori.

GLI ATTORI DELLE CAUSE

Qualche settimana fa la conduttrice di Forum, Barbara Palombelli, ha affermato: “A volte, poche, vengono in studio i diretti interessati. Altrimenti noi facciamo interpretare le parti in causa da chi, per un verso e per l’altro, è stato coinvolto realmente in vicende simili“.

Tuttavia, come si apprende da IlFattoQuotidiano.it, un attore ha spiegato che “non è vero che gli attori vengono scelti solo se hanno storie simili nella vita, assolutamente“.

Inoltre, gli attori non sono dei professionisti ma delle persone inclini alla recitazione.

Uno di essi ha poi raccontato cosa succede prima della registrazione: “Ci chiudono in una stanzina per alcune ore insieme a tutti i personaggi di quella causa con l’autore che ha scritto alla causa per provare tutti insieme: ti inculcano la parte per ore. Alla fine sei così esaurita che entri davvero nella parte del personaggio. Ti chiedono pure se preferisci un nome fittizio o il tuo reale”.

I COMPENSI

Sempre dall’articolo de Il Fatto Quotidiano, si apprende che il gettone di presenza alla trasmissione varia da 250 a 500 euro a puntata, a cui va aggiunto anche il rimborso per tutte le spese sostenute dall’attore (trasporto e alloggio).

Un attore, comunque, può recitare solo in una puntata ma potrebbe tornare per interpretare ruoli differenti dopo un paio di anni.