A Milano ragazza urina su bandiera di Fratelli D’Italia

Davvero spiacevole (e incivile, oltre che passibile di denuncia per atti osceni) l’episodio che è avvenuto a Milano, in piazza Argentina, nei pressi del frequentatissimo corso Buenos Aires, sabato scorso, 27 gennaio.

Assaltato un banchetto di Fratelli d’Italia.

Un’attivista, a un tratto, si tira giù i pantaloni e urina sulla bandiera del partito di Giorgia Meloni.

Stando ai militanti di Fratelli d’Italia, il gruppo di centri sociali avrebbe “devastato il gazebo, aggredito un vecchio militante e insultato i presenti“.

Nel luogo c’erano anche i candidati alla Regione Lombardia, Riccardo De Corato e Deborah Dell’Acqua, vicepresidente di Fare Fronte (movimento di destra sociale e identitaria che ha aderito a Fratelli d’Italia).

De Corato ha raccontato: “Da una macchina recante la targa di Varese, di cui abbiamo recuperato il numero, sono scese due donne e un uomo, che a un certo punto hanno cominciato a prendere a pugni uno dei nostri militanti che distribuiva materiale elettorale. Fortunatamente, vista la scena, si è fermato un ragazzo che è venuto in soccorso dell’aggredito, rimediando pure lui dei pugni. Di certo questi aggressori non resteranno impuniti: ci sono delle telecamere che hanno ripreso la scena“.

La foto, che ha fatto il giro del web, è stata condivisa su Facebook da Carlo Fidanza, esponente di FDI, con questo commento: “Milano, corso Buenos Aires: questa eroica c(omp)agna esprime al meglio i suoi ideali poco prima che uno scoppiato come lei aggredisca a calci e pugni un militante di FdI. Aspettiamo che la sinistra approvi presto un regolamento anti-antifascista che mi pare più urgente. E intanto andiamo avanti a testa altissima!“.