A Natale volo cancellato e la Ryanair porta tutti a casa con il bus

Lo ricorderanno come il loro ‘viaggio della speranza’. Niente immigrati, questa volta si tratta di intere famiglie italiane che da Treviso dovevano tornare a Palermo in aereo per trascorrere il Natale.

Peccato che la compagnia, la Ryanair, abbia annullato quel volo senza provvedere a sostituirlo. Ma quei 180 passeggeri non sono rimasti a terra, a Palermo ci sono arrivati: con un viaggio in autobus di 19 ore.

Fonte Il Mattino

I fatti sono questi. È venerdì sera, all’aeroporto Canova di Treviso 180 persone sono in attesa di prendere il volo delle 22.20 per tornare a casa. Pochi minuti prima del decollo c’è l’annuncio di un ritardo di un’ora. Dopo poco la Ryanair annuncia che l’aereo partirà alle 23.55. Poi la cancellazione. Il problema è che piloti e personale hanno accumulato troppe ore di viaggio e devono riposarsi.

Lo shock per i passeggeri arriva quando la compagnia propone come alternativa il trasferimento in autobus.

È stata l’unica soluzione che ci hanno proposto – ha raccontato a ‘Il Mattino’ uno dei passeggeri – e all’inizio non ci volevamo credere. E infatti non tutti hanno accettato. Poi però abbiamo capito che non c’erano alternative. Per la maggior parte siamo cittadini siciliani che vogliono tornare a casa per Natale, con i voli tutti pieni e poco tempo a disposizione non c’era molto da scegliere. E così siamo saliti. Io sono assieme alla mia compagna ma ci sono giovani, anziani, famiglie con bambini. Di tutto. E tutti siamo rimasti beffati”.

E così, dopo un viaggio di 1.400 chilometri durato ben 19 ore a causa anche del traffico, 180 persone hanno finalmente riabbracciato i propri cari. Ma l’esperienza non verrà dimenticata tanto facilmente.