A Palmiro Togliatti piaceva davvero Rita Pavone?

La risposta di Marisa Malagoli, figlia adottiva del politico comunista e di Nilde Iotti.

«Si è vero, a Palmiro Togliatti piaceva Rita Pavone». Lo conferma e toglie ogni dubbio Marisa Malagoli, figlia adottiva di Nilde Iotti e di Palmiro Togliatti.

Parole che, quindi, asseverano quanto detto dalla cantante dopo le polemiche scaturite dalla comunicazione della sua partecipazione al Festival di Sanremo 2020: «Anche Togliatti era un mio fan e veniva ai miei concerti. Avrei dovuto rifiutare le lodi di Togliatti? E ora dovrei rifiutare quelle di Salvini? State sicuri che io non ho santi protettori. Se li avessi non sarei rimasta fuori da Sanremo per tutti questi anni».

Il segretario del Partito comunista italiano, morto il 21 agosto 1964, «riteneva la Pavone e Mina brave cantanti rappresentanti le nuove leve», ha affermato all’Adnkronos la psicologa clinica Marisa Malagoli, professoressa della Facoltà di Psicologia dell’Università degli Studi di Roma La Sapienza.

Togliatti, però, non andava di certo ai concerti della Pavone: «Non esageriamo! – ha raccontato la dott.ssa Malagoli – All’epoca le canzoni si ascoltavano per radio… c’erano le feste dell’Unità… e una persona attenta leggeva sui giornali dei successi di quelli che allora erano i beniamini dei giovani».

LEGGI ANCHE: Che fine ha fatto la cantante Milva?

Anche lo storico e politologo Giuseppe Vacca, ex deputato comunista, ha confermato la possibilità di un Togliatti ‘fan’ di Rita Pavone: «Era interessato a tutto quello che succedeva nel panorama culturale e in particolare a ciò che piace alle nuove generazioni, perché voleva comprendere e cercare di sintonizzarsi», ha affermato. Insomma, un Togliatti comunista in politica, molto sovranista sulla carta.

Intanto, sul suo profilo Twitter, Rita Pavone ha scritto, con tanto di video: «Grazie ad Amadeus per la presentazione della mia partecipazione al Festival 2020. Non vedo l’ora di salire sul palco dell’Ariston insieme ai miei colleghi per festeggiare i 70 anni del Festival di Sanremo. Grazie al mio pubblico che continua ad amarmi dopo tanti tanti anni».

Da Saremo, intanto, parte un’altra polemica che coinvolgerà il mondo dei Vip nelle prossime ore. La giornalista e conduttrice sportiva Paola Ferrari sui suoi social media ha scritto: «Perché ci sta Diletta Leotta tra le invitate e io no? Perché lei è più giovane e bella di me. Mi avrebbe piaciuto sfidarla sul palco. Per lei è già la seconda volta su quel palco. Spero che indosserà un vestito migliore».

LEGGI ANCHE: Per Giuseppe Conte le Sardine sono “affascinanti”.