A quali sanzioni va incontro chi non paga il bollo auto 2020?

Cosa succede a chi non paga questo tributo regionale?

sanzioni mancato pagamento bollo auto

Tra gli oneri a cui si va incontro quando si è proprietari di un’auto iscritta al registro automobilistico è presente il bollo. Cosa succede a chi non paga questo tributo regionale? Nelle prossime righe, facciamo assieme il punto della situazione in merito alle sanzioni a cui vanno incontro i proprietari di veicoli insolventi.

Pagamento del bollo: a chi spetta e cosa succede in cso di insolvenza

Quando si parla del pagamento del bollo auto è necessario specificare che non è necessario che il veicolo circoli per strada per essere obbligati a pagare il tributo. Basta infatti, come già detto, essere proprietari di un veicolo iscritto al poubblico registro automobilistico.

Detto questo, ricordiamo che in caso di auto nuova il primo bollo va versato entro un mese dall’immatricolazione del veicolo. Particolare è il caso dell’immatricolazione che avviene negli ultimi 10 giorni del mese. In questo frangente, infatti, la scadenza cade l’ultimo giorno del mese successivo. Cosa succede, invece, se l’immatricolazione dell’auto nuova avviene in un giorno festivo? In tale situazione, si cominciano a contare i giorni per la scadenza dal primo giorno lavorativo seguente.

sanzioni mancato pagamento bollo auto

LEGGI ANCHE: Paga una multa da 73 euro e sbaglia bonifico: versamento di 93mila

Detto questo, parliamo di cosa succede in caso di mancato pagamento del bollo. La prima cosa da dire al proposito è che, in caso di mancato pagamento, ci si può mettere in regola entro un anno tramite ravvedimento operoso.

In tale frangente, è necessario seguire queste indicazioni per quanto riguarda il sovrapprezzo:

  • Sanzioni pari allo 0,1% della somma da versare in caso di ritardo entro 15 giorni.
  • Nell’eventualità di un ritardo entro i 30 giorni, è necessario considerare una sanzione pari all’1,5% della somma da versare per il bollo.

In entrambi i casi, vanno considerato gli interessi di mora dello 0,2%. Nell’eventualità di un ritardo compreso tra 31 e 90 giorni, bisogna considerare una sanzione pari all’1,67%, a cui aggiungere gli interessi di mora. Da 91 giorni di ritardo fino a un anno, l’automobilista deve pagare una sanzione pari al 3,75% della somma dovuta, oltre agli interessi di mora.

Cosa succede se si supera l’anno di ritardo

In caso di superamento dell’anno di ritardo nel pagamento si entra nel campo della multa vera e propria, che corrisponde al 30% dell’importo del bollo e a interessi pari allo 0,50% per ogni semestre.

Concludiamo ricordando che, in caso di mancato pagamento per 3 anni, si può andare incontro alla cancellazione del proprio veicolo dal Pubblico Registro Automobilistico.