Accoltella la moglie e poi tenta di suicidarsi. In casa i 2 figli piccoli

Altro caso di femminicidio in Italia.

Un uomo di 47 anni ha ucciso la moglie di 40 anni a coltellate e, poi, ha tentato di togliersi la vita con lo stesso coltello, colpendosi alla pancia.

Il delitto è avvenuto la scorsa notte a Troia, in provincia di Foggia.

L’uxoricida si trova ricoverato in gravissime condizioni agli Ospedali Riuniti di Foggia, in attesa di essere sottoposto a un delicato intervento chirurgico.

Il delitto sarebbe avvenuto al culmine dell’ennesima lite fra i coniugi, forse per gelosia. In casa c’erano anche i due figli minorenni della coppia, l’uno di 8 e l’altro di 10 anni.

Come si apprende da Repubblica.it, l’uomo ha colpito la donna in più parti del colpe con almeno sette coltellate.

Giunti sul posto, i sanitari hanno trovato la donna in una pozza di sangue e l’uomo a terra con il coltello conficcato sull’addome.

Indagano i Carabinieri, ascoltando parenti e amici della vittima per ricostruire il contesto familiare in cui si è consumato l’omicidio.