Acquisto auto nuova o usata? Ecco cosa serve per iniziare a circolare

L’acquisto di una nuova auto, che sia essa fresca di fabbrica o usata, è sempre una notizia felice ma che può comportare stress e preoccupazione. Nonostante oggi il web abbia decisamente ridotto i tempi e snellito i processi a volte, per chi non è pratico, gestire tutte le documentazioni da fornire può non essere facilissimo. In realtà i procedimenti necessari per iniziare da subito a circolare con la propria auto nuova sono velocissimi e, se ti rivolgi ad una concessionaria, ti risparmierai gran parte del lavoro.

Il punto è che se acquisti un’auto nuova basterà il rilascio del nuovo libretto di circolazione con l’emissione delle targhe. Si tratta di un’operazione che spetta alla Motorizzazione Civile e che non richiede troppo tempo per essere eseguita. Se ne acquisti una usata dovrai fare il passaggio di proprietà e assicurare il veicolo al nuovo proprietario. Cosa serve per queste operazioni? Quali documenti sono necessari?

Documento di identità

Il documento di identità è fondamentale per avviare qualsiasi pratica. Per snellire i procedimenti provvedi a portare con te due fotocopie sia del documento di identità che del codice fiscale, necessari ad avviare il passaggio di proprietà e ad attivare la polizza assicurativa.

Libretto di Circolazione

Il libretto di circolazione viene rilasciato dalla Motorizzazione assieme alle targhe. Ovviamente se ti rivolgi ad una concessionaria, magari proprio per l’acquisto di un’auto usata, il passaggio di proprietà ed il nuovo libretto saranno emessi contestualmente all’acquisto, specialmente se dovrai procedere all’attivazione di un finanziamento per il pagamento.

Visura targa auto

La visura della targa dell’auto è un documento che identifica il proprietario ed il veicolo. Serve ad accertare la storia dello stesso, le caratteristiche, le modifiche svolte e la presenza di eventuali gravami pendenti sul proprietario dell’auto. Una visura è indicata per le trattative di vendita auto usate tra privati, quando il venditore potrebbe omettere talune informazioni e l’acquirente desidera capire se l’acquisto valga o meno la pena. La visura non è un documento legale ma fornisce tutte le informazioni necessarie a conoscere realmente le caratteristiche del veicolo. Assieme a questo documento, talvolta, viene richiesto anche l’insieme delle fatture dei lavori svolti sul veicolo.

PRA – Certificato Cronologico di Proprietà

Il PRA, ovvero Certificato Cronologico di Proprietà è l’insieme dei dati resi pubblici che riguardano un’auto. Difatti il PRA è l’acronimo di Pubblico Registro Automobilistico e registra e archivia tutte le informazioni dei veicoli in circolazione. Serve a rivendicare la proprietà di un’auto in caso di furto e a verificare le responsabilità in caso di incidenti. Si tratta di un documento che potrebbe essere richiesto anche in fase di assicurazione del veicolo e che normalmente serve a liquidare furti o a determinare la cessata responsabilità di un proprietario, magari per decesso o vendita.

Come mai occorre tutta questa documentazione?

Sicuramente il passaggio di proprietà di un’auto può risultare un’operazione complessa e anche costosa ma è fondamentale per poter circolare senza avere problemi. Difatti ad un controllo stradale gli agenti sono soliti richiedere la patente ed il libretto oltre al contrassegno dell’assicurazione. Con questi documenti gli agenti verificano che le caratteristiche riportate sui documenti corrispondano al vero e, tramite controlli incrociati, possono verificare l’identità di chi guida e l’eventuale proprietà dell’auto fermata per il controllo. I documenti menzionati sono obbligatori, così come lo è l’assicurazione. Per velocizzare le procedure e poter iniziare a circolare liberamente con le carte tutte in regola ti suggeriamo un nuovo servizio molto comodo che potrebbe fare al caso tuo. Si tratta di https://www.ivisura.it, l’azienda che cerca e ottiene per te le documentazioni di cui hai bisogno come la visura targa o il PRA, il Certificato Cronologico di Possesso.