Addio a John Peter Sloan, comico di Zelig e insegnante d’inglese

È morto in Sicilia all’età di 51 anni.

John Peter Sloan

«Dear all, è con grande cordoglio che vi comunichiamo che il nostro amico e mentore John Peter Sloan è venuto a mancare. Ci uniamo alla famiglia in questo momento di dolore e porgiamo le nostre piu’ sentite condoglianze».

Così, su Facebook, è stata annunciata la scomparsa in Sicilia di John Peter Sloan, 51 anni, comico di Zelig e noto insegnante di inglese.

«È avvenuto tutto improvvisamente. Soffriva di asma, aveva un enfisema, ma niente di preoccupante. Poi, ieri sera, è stato trasferito in ospedale, ha avuto un aggravamento e non c’è stato nulla da fare», ha detto tra le lacrime all’AGI la sua agente, Stefania Milanesi.

LEGGI ANCHE: Gianmarco Tognazzi e il suo dramma: “Ho rischiato di morire”

Di padre irlandese e madre inglese, all’età di 16 anni Sloan lascia l’Inghilterra e viaggia per l’Europa come cantante e chitarrista. Nel 1990 approda in Italia e, prima di diventare autore e attore comico, fonda un gruppo rock, i The Max, dei quali è il frontman. La band, si racconta lo stesso Sloan nel proprio sito web, rimane attiva fino al 2000, quando nasce sua figlia.

Decide, quindi, di interrompere il suo tour e si dedica in Italia all’insegnamento della lingua inglese, per la quale propone un proprio metodo, nel quale gioca un ruolo determinante la componente ludica. Nel 2011 fonda la sua prima scuola, John Peter Sloan – la Scuola, a Milano e nel 2013 apre una seconda sede a Roma,e poi in Sicilia, a Menfi. All’isola dedicò un film: Smith di Sicilia.

Nel 2007 diventa noto al pubblico milanese per alcuni spettacoli educativi in lingua inglese portati in scena al teatro Zelig, nell’ambito della rassegna Zelig in English. Successivamente scrive diversi spettacoli teatrali che lo vedono protagonista e regista, rivolti a studenti, stranieri che vivono in Italia o amanti della lingua inglese – FONTE: AGI.

LEGGI ANCHE: Perché il coronavirus sta perdendo forza?