Aereo atterra e passeggero cerca di andare via dal portellone di emergenza

È successo all’aeroporto di New York.

El Al

Un passeggero statunitense di un volo El Al ha aperto il portellone di emergenza e ha cercato di saltare dal velivolo in movimento, un Boeing 747-458, atterrato da pochi minuti, con il suo bagaglio a mano.

Il grave episodio è avvenuto mercoledì mattina nell’aeroporto internazionale John F. Kennedy, New York, dove il volo LY001 della compagnia israeliana, proveniente da Tel Aviv, era arrivato con a bordo 400 passeggeri.

Il passeggero ha attivato il portellone di emergenza e solo l’intervento in extremis del personale di bordo ha impedito all’uomo di saltare completamente fuori dall’aereo appena atterrato all’aeroporto, salvando così la sua vita, anche se una parte del corpo è rimasta penzoloni fuori dal velivolo.

Rapidamente, evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello Sportello dei Diritti, è stata appoggiata una scala alla porta per consentire al passeggero di scendere sulla quale, però, è saltato e una volta a terra ha iniziato a correre sulla pista fino a quando è stato fermato dalle autorità e trasferito per essere interrogato e per chiarire i motivi che lo hanno spinto a compiere il gesto.

Il CEO di El Al, Gonen Usishken, ha elogiato lo staff che ha “prevenuto un grave incidente e la perdita di vite umane“. “La polizia dell’aeroporto ha immediatamente arrestato il passeggero e visto che si tratta di una violazione delle norme di sicurezza dello scalo newyorkese, se la vedrà con le autorità americane“.