Ai gatti non piace essere baciati? Leggenda o verità?

La verità su un gesto d’affetto che caratterizza la quotidianità con i nostri felini.

Chi ha un gatto lo ha fatto almeno una volta. Cosa? Stampare un sonoro e affettuoso bacio sulla fronte del proprio micio. Purtroppo ai nostri amati felini non piace tantissimo questa dimostrazione di affetto.

Come mai ai gatti non piace essere baciati?

Il motivo per cui ai gatti non piace essere baciati è molto semplice: non comprendono questo gesto. Non lo decodificano, esattamente come capita a noi con i comportamenti dei nostri pets, a prescindere dal fatto che siano gatti o cani.

gatto
Immagine di repertorio (Pixnio)

LEGGI ANCHE: Coronavirus: quali sono i rischi per cani e gatti?

Data questa doverosa premessa, ricordiamo che ciascun gatto reagisce in maniera diversa ai baci. Ci sono esemplari che accettano queste manifestazioni di affetto (alla base di tale atteggiamento c’è l’attaccamento emotivo al padrone).  Ovviamente prima di concretizzare la propria manifestazione di affetto è importante essere certi di aver ottenuto la fiducia del felino.

Baciare i gatti è pericoloso per la salute?

Quando si parla dei baci ai gatti, è opportuno chiamare in causa i dati del Center for Desease Control and Prevention. Secondo questi ultimi, utilizzati per uno studio i cui dettagli sono stati pubblicati sulle pagine della rivista Emerging Infectous Disease, il pelo del gatto a contatto con la mucosa orale umana può provocare la malattia nota come graffio del gatto.

Alla base c’è un batterio noto come Bartonella henselae, frequente nelle pulci del gatto. La condizione patologica da esso provocata nei soggetti sani si risolve in poco tempo. Nei soggetti con problemi immunitari e nei bambini, può invece essere fatale. Per quanto riguarda i sintomi, ricordiamo che si concretizzano con l’insorgenza di stati febbrili e pustole.

LEGGI ANCHE: Emma Marrone: ecco perché non bacio i fan