Al Bano commovente sulla figlia Ylenia. Ecco cos’ha detto

Al Bano a 360° in un’intervista rilasciata al settimanale Chi.

L’artista pugliese, a proposito di Romina Power (su cui si vocifera che si potrebbero perfino risposarsi), ha detto: “Ci siamo conosciuti in un musicarello, ci siamo amati per tre giorni. Poi è sparita nel nulla. Gli americani sono fatti così. Mi ha richiamato lei un anno dopo. Da quella sera non ci siamo lasciati più. Di Romina mi colpì la sua umanità. Non posso che vivere con lei, per lei e combattere per lei, mi dissi“.

Poi, parlando della madre, Jolanda, Al Bano ha raccontato: “Mia madre prese subito in simpatia Romina, la adottò come una figlia. Si rivedeva nella nostra storia. Era dello stesso stampo. Più ancora del passato e dei figli, è stato il dolore a unirci. Quando Romina decise di cambiare vita e mi lasciò, è caduto un mito per mia madre. Una madre non perdona chi fa soffrire il figlio. Ora però è felice che abbiamo riallacciato i rapporti”.

Al Bano ha anche parlato della terribile scomparsa della figlia Ylenia, di cui si persero le tracce il 31 dicembre 1994 a New Orleans, negli Stati Uniti: “La mia prima figlia. L’inizio della mia storia familiare. Un geniaccio anche lei. Viaggiava con la mente e con il corpo…è in Paradiso dove la raggiungerò. Da padre ho capito subito che era successo un dramma. Ylenia diceva sempre ‘io appartengo alle acque’ e alle acque è tornata“.

Infine, su Loredana Lecciso, il cantante di Cellino San Marco ha detto: “Io del sud, lei del sud. Mi tentava l’idea di un’esperienza stile moglie e buoi dei paesi tuoi. Conobbi la sua famiglia. Mi piacque. Io volevo ricostruirmi una vita. Lei voleva costruirsela. Aveva una marcia in più, Loredana, rispetto a tutte. Era un’esplosione continua di allegria. Di sorrisi, non credo falsi. Era la donna di cui avevo bisogno in quel momento. Una donna intelligentissima, molto astuta. Anche troppo. Non immaginavo avesse ambizioni televisive. Magari l’avrei aiutata lo stesso, senza però iniziare una relazione importante. Non mi piacque scoprirlo dopo, ma non l’ho mai ostacolata. Anzi, l’ho aiutata“.