Alain Delon: “Se muoio prima del mio cane, il veterinario lo sopprimerà”

Sta facendo discutere la volontà dell’attore francese Alain Delon, secondo cui, in caso di morte, ha già chiesto al veterinario di fare un’iniezione letale al suo cane.

Il motivo? “Preferisco così piuttosto che sapere che morirà sulla mia tomba con tanta sofferenza“, ha detto Delon a una rivisita d’oltralpe, Paris Match.

L’attore, 83 anni, ha avuto nel corso della sua vita 50 cani, di cui 35 sono sepolti nella sua tenuta a Douchy.

Ognuno ha la sua lapide, le coppie sono insieme: qui c’è tutta la mia vita – ha detto Delon – Oggi, posso dirlo, ho ottenuto l’autorizzazione di essere sepolto nella mia cappella, tra i miei cani“.

L’attore stravede per Loubo, un cane pastore belga Malinois di tre anni. E vive anche con un gatto con tre zampe, a cui Deloin ha salvato la vita dopo che è stato investito da un’auto.

L’attaccamento tra l’artista francese e il cane è così forte che Delon ha chiesto che, quando sarà il momento, Loubo dovrà condividere il suo destino di morte.

Una scelta che naturalmente sta scatenando molte polemiche sui social, tra cui “è talmente megalomane che pensa che il suo cane si lascerà morire di tristezza per lui” o “ma se il suo cane dovesse morire prima di lui, si può sopprimere Alain Delon?”.

E voi… che ne pensate?