Alba Parietti sul Coronavirus: “Ho paura perché ho un problema polmonare”

È andata a Courmayeur con un gruppo di amici, ma dice la propria sui social. Spiega perché teme il virus.

Trasmissioni televisive sospese o senza pubblico, personaggi famosi ‘scappati’ per paura del contagio. È il caso di una delle opinioniste più in voga negli ultimi anni. Alba Parietti sul Coronavirus dice la propria a distanza, una distanza necessaria perché ha dei disturbi polmonari che la rendono un soggetto a rischio.

Alcuni follower hanno criticato la sua ostentazione di divertimento e relax in un momento tanto complesso per tutto il Paese: «Sì, ma Alba che senso ha però che tu dalla mattina alla sera ci fai vedere quanto ti diverti e noi …diciamo molte persone che ti seguono invece dobbiamo andare a lavorare quotidianamente anche con il coronavirus in giro?».

[wonderplugin_cond deviceinclude=”android”]

LEGGI ANCHE: Alberto Angela sul Coronavirus: il messaggio di vicinanza sui social e a Porta a Porta

[/wonderplugin_cond]

Alba Parietti sul Coronavirus ha voluto fare una precisazione. La decisione di lasciare l’Italia dipende dal fatto di essere potenzialmente più a rischio di altri. La ‘fuga’ a Courmayeur c’è stata per paura.

«Io ho una grossa fortuna, posso stare qui in questo momento. Ma mi sembra di cercare di partecipare e dare per quanto possibile il mio contributo con la comunicazione. Ho molta paura del coronavirus perché ho un problema polmonare atavico»: spiega la showgirl a chi non crede stia tenendo un comportamento consono.

View this post on Instagram

Secondo voi io sono contenta di avere ragione ? Io vi sto dicendo da settimane la verità . Non sono Cassandra , leggo, mi documento, parlo con le persone competenti, medici in prima linea sul campo , personale che lavora negli ospedali e infermieri che rischiano la vita e lavorano stremati 12/13 ore ogni giorno sono sfiniti. Si stanno ammalando anche loro ..La nostra sanità è al collasso . Non ci sono più posti in rianimazione nemmeno per urgenze coma incidenti, infarti , malati oncologici , ischemie , ictus ecc . Siamo al collasso. Si muore con il coronavirus soffocati, mancano le attrezzature, i respiratori. E voi invece di capire mi insultate se lo dico e mi dite di stare zitta perché non sono un medico o non ho una laurea? Quindi è perché voi stessi non lo siete che continuate a non ragionare e non capire? E siete corresponsabili di questo disastro con comportamenti irresponsabili? Senza rispetto ? Senza prevenzione ? Io sono un allarmista ? Questa è la realtà . È’ inutile che mi riempiate di insulti per non prendere atto della situazione. . Non si può vivere nell’ignoranza sperando nel miracolo . Il miracolo avviene se rispettiamo le regole e non espandiamo il virus . Potete continuare a non capire e riempirmi di merda, ma sarete voi gli untori e i responsabili della morte di persone innocenti, le più fragili e poi chissà?! . E le persone saranno forse quelle più vicino a voi. Questo virus se non se ne capisce la gravità sara’ il nostro Olocausto. Ma noi saremo tutti responsabili per non avere capito. Bisogna leggere non insultare chi cerca di avvisare perché si è’ documentato. La paura servirà a migliorare. Non si possono passere comunicazioni all’acqua di rosa quando la gente non ha rispetto di regole e vita umana, propria e del prossimo. #coronavirus. Non volevate tutti l’uomo forte? Vi danno delle regole per salvarvi la vita e non far crepare il prossimo , i più deboli i vostri connazionali e mandare allo sfascio in paese con la vostra ignoranza e c’è ne fottete e se uno ve lo fa notare e si informa lo riempite di merda e non rispettate nemmeno vostra madre io i vostri amici? In Cina c’è la dittatura e il virus con le regole è sotto controllo

A post shared by Alba Parietti Officialpage (@albaparietti) on

[wonderplugin_cond deviceinclude=”android”]

LEGGI ANCHE: Medico di Bergamo sul Coronavirus: «Dobbiamo scegliere chi curare e chi no»

[/wonderplugin_cond]

Si tratta di un problema di salute che interessa proprio i polmoni e che risale a molto tempo fa. Inoltre, recentemente, ha parlato della lotta contro il cancro all’utero all’età di 37 anni. Lo ha raccontato proprio in occasione del ricovero di Emma Marrone di qualche mese fa, esprimendo tutta la sua vicinanza alla cantante.

Sul suo profilo Instagram, nei commenti, la conduttrice e opinionista televisiva ha anche spiegato ad alcuni follower di soffrire di asma, una patologia che la porta a stare in allerta visto la situazione che sta vivendo il Paese.

[wonderplugin_cond deviceinclude=”android”]

LEGGI ANCHE: OMS: “Non ci sono prove che il Coronavirus andrà via in primavera”

[/wonderplugin_cond]