Alessandria, ucciso portiere d’albergo, sospettato in caserma

La vittimma si chiamava Alberto Favarelli, 69 anni

Ad Alessandria, in Piemonte, è stato ucciso un portiere d’albergo. Il suo corpo è stato trovato da un passante, intorno all’1.30 della scorsa notte, nella hall dell’hotel a 4 stelle, che si trova nei pressi della stazione.

Secondo una prima ricostruzione degli investigatori l’uomo sarebbe stato colpito a morte con un corpo contundente al culmine di una violenta aggressione. La porta dell’albergo era forzata. Sul posto stanno operando i carabinieri per ricostruire l’accaduto. L’ipotesi è una rapina finita male.

C’è un sospettato, che si trova in caserma per approfondimenti, a quanto pare individuato grazie alle telecamera di videosorveglianza. L’uomo è assistito dall’avvocato Stefania Sandri. Sulla sua posizione, per ora i militari dell’Arma mantengono il massimo riserbo.

La vittima si chiamava Alberto Favarelli, 69 anni e stava per lasciare il lavoro.

Una coppia che soggiorna nell’albergo ha raccontato: “Abbiamo visto il portiere intorno alle 22.30, al rientro da cena, poi non abbiamo sentito nulla. Non sappiamo davvero che cosa sia accaduto, è terribile…”.

Situato in corso Cavallotti, l’hotel Londra venne fondato a fine 800, nel periodo della Belle Epoque e all’inizio del 900 fu tra i primi ad essere dotato di telefono.

LEGGI ANCHE: L’allerta della Polizia Postale: “Non fate giocare i vostri bambini con Huggy Wuggy”