Alessandro Greco: “Il rapporto difficile con il mio corpo”

Da piccolo il noto conduttore aveva qualche chilo in più che teneva lontano i bulli, ma che gli creava altri problemi. Il suo racconto a ‘Storie italiane’.

Alessandro Greco
Alessandro Greco

Oggi è un presentatore di successo, ma la sua vita non è stata sempre facile. Soprattutto l’adolescenza, per Alessandro Greco, è stato un periodo difficile. Tutta colpa del suo aspetto fisico.

Guardandolo oggi non lo si direbbe, ma da piccolo il noto showman ha dovuto fare i conti con qualche chilo in più e una fisicità con cui non andava d’accordo, anche se in alcuni casi lo ha aiutato a non diventare vittima dei bulli di turni. Ecco cosa ha raccontato a ‘Storie italiane’.

Sono stato sempre più alto e più grosso della norma e questo mi ha portato ad affrontare dei problemi. Il mio aspetto fisico, però, mi ha aiutato a non essere bullizzato perché ero talmente grosso che non si azzardavano ad avvicinarmi. Questo, però, mi ha portato ad avere sempre un rapporto difficile con il mio corpo. A 17 anni, feci la prima partecipazione televisiva e ricordo che mi sentii a disagio e, tornando a casa, chiesi ai miei genitori di fare una cura dimagrante e, nel giro di cinque-sei mesi persi 32 kg. La cosa brutta è che oggi, invece di guardarsi negli occhi e dirsi come stai si fa caso al chilo in più o meno“.

E in particolare sul bullismo ha ricordato: “I bulli mi dicevano poco sennò rischiavano, ero in condizione fisica da potermi difendere. Oggi in tanti ti incontrano e invece di chiederti come stai, ti squadrano e guardano se sei più o meno sgonfio, ma guardiamoci negli occhi, abbracciamoci e chiediamoci come stiamo“.

Leggi anche: In Australia è stato scoperto un serpente con tre occhi.

Da SaluteLab: Tè, tisane e infusione: ecco la differenza.