Alessandro Preziosi si racconta: “Sono stato buttato fuori di casa”

Alessandro Preziosi è oggi uno degli attori più ricercati dal cinema italiano. Ed è anche un bravo cantante, come abbiamo visto al Festival di Sanremo in coppia con Ornella Vanoni.

La carriera dell’attore napoletano, però, è cominciata in salita.

Sì, perché – come raccontato dal 44enne a Vanity Fair – “Ho cominciato a 25 anni, padre di un figlio di tre e una laurea in Giurisprudenza e dei genitori che mi hanno detto: ‘Quella è la porta! Vuoi Fare l’attore? Vai“.

Perciò, Preziosi si trasferì a Milano, inizialmente ospite di un’amica di famiglia: “L’amica di mia madre mi ha detto: ‘Ti do 15 giorni per trovarti una sistemazione’. Ma indietro non si tornava più. Ho fatto il cameriere, ho fatto la fame“.

Alessandro Preziosi.
Alessandro Preziosi.

Una tenacia che, comunque, ha portato Preziosi al successo che merita, ad esempio nella serie della Rai Sotto Copertura – la cattura di Zagaria, dove interpreta il ruolo di Michele Zagaria, boss della camorra casertana:

Essendo napoletano ho dato soprattutto fondo a tutto quello che ho visto per anni nella mia città: andavo al liceo Umberto, sono stato testimone di tante manifestazioni di prepotenza, c’erano i bulli, legittimazione del male da parte dei ‘capuzzielli’ che tanto affascinano i più giovani“, ha raccontato l’attore.