Alex Zanardi, seconda notte in terapia intensiva: è stabile

L’ex pilota di Formula 1 è in coma farmacologico all’ospedale di Siena.

Alex Zanardi
Alex Zanardi

Alex Zanardi ha trascorso la sua seconda notte in terapia intensiva nell’ospedale di Siena.

L’ex pilota di Formula 1 è ancora in coma farmacologico dopo l’intervento neurochirurgico di venerdi sera, 19 giugno, per le fratture al cranio e al volto riportate nello schianto con l’handbike contro un camion a Pienza, in Toscana. Le sue condizioni restano gravi ma stazionarie e un nuovo bollettino medico è previsto intorno a mezzogiorno.

Zanardi, dedato, continua a essere ventilato meccanicamente e il monitoraggio dei parametri clinici è costante.

Sabino Scolletta, direttore del Dipartimento emergenza urgenza dell’ospedale di Siena, rispondendo ai giornalisti che gli hanno chiesto se Zanardi sia in pericolo di vita, ha affermato che la stabilità delle condizioni cliniche «del paziente attualmente esclude questa ipotesi. Le condizioni sono stabili e di questo siamo soddisfatti, ma il danno neurologico è grave e incerto, e potrebbero essere possibili un’instabilità e un peggioramento. Ma al momento la situazione è stabile e questo esclude questa ipotesi».

LEGGI ANCHE: Coronavirus, il principe Carlo ha ancora i sintomi.