Alga spirulina: il super food del momento. Cosa succede al nostro corpo quando la consumiamo

In Sardegna sono stati inaugurati due impianti per la produzione di quello che la Fao ha chiamato l’alimento del futuro.

La Fao l’ha definita l’alimento del futuro. È l’alga spirulina, il superfood del momento che da oggi avrà due importanti poli produttivi a Milis e ad Arborea in provincia di Oristano. I due siti insieme produrranno all’anno 15 tonnellate di questa microalghe per fini alimentari con processi sostenibili al 100% ad impatto zero sul territorio.

Ma cos’è l’alga spirulina?

Scientificamente conosciuta con il nome di Arthrospira, la spirulina è un’alga di colore verde-azzurro dalla forma a spirale e vive principalmente nelle acque salmastre delle zone tropicali e subtropicali.
Conosciuta già dagli Aztechi (la assumevano addirittura le donne in gravidanza), è particolarmente ricca di proteine di qualità grazie alla presenza degli 8 aminoacidi essenziali (aminoacidi che l’organismo umano non riesce a sintetizzare in quantità sufficiente a far fronte ai propri bisogni) e gli acidi grassi Omega 3 (migliorano la circolazione venosa, prevengono l’aterosclerosi, abbassano l’accumulo di colesterolo) e Omega 6 (necessari per la corretta funzionalità di tutti i tessuti).

Ma l’alga spirulina è ricca anche di vitamina A (antinfiammatorio, fondamentale per il funzionamento di retina e sistema immunitario, combatte i radicali liberi), D (fondamentale per l’assorbimento del calcio e per il funzionamento del cervello), K (importante per la coagulazione del sangue) e del gruppo B (essenziali per il funzionamento del sistema nervoso e del fegato).

Inoltre contiene importanti sali minerali quali ferro, calcio, sodio (regola la pressione sanguigna), magnesio (antinfiammatorio, antibatterico, regola la pressione sanguigna, mantiene le ossa in salute, riduce il rischio di patologie cardiovascolari, regola il metabolismo, rinforza il sistema immunitario e quello nervoso), manganese (protegge dai radicali liberi) e potassio (utile per contrastare la fragilità delle ossa).

Insomma, si tratta di un alimento completo dal bassissimo contenuto calorico (riduce il senso di fame grazie alla presenza della fenilanina) che per il suo mix di nutrienti va bene per gli sportivi, per chi conduce una vita sedentaria, ma anche per le donne in gravidanza. Purchè non se ne consumi una dose eccessiva. In quel caso si rischiano vomito, nausea, stitichezza e febbre.

Leggi anche: la pennichella quotidiana fa bene, ecco perché.

Seguici anche su Google News: