Alimenti fermentati: ecco i benefici

Forse non tutti sanno che i cibi fermentati sono alleati della nostra salute.

Contengono, infatti, batteri benefici e sono uno scudo per il nostro apparato digerente perché rinforzano la flora intestinale e facilitano la digestione.

Inoltre, aiutano ad avere più energia. Basti pensare ai fermenti lattici che vengono assunti quando si è ammalati o si hanno problemi intestinali.

Ma non dobbiamo necessariamente ricorrere agli integratori che vengono venduti in farmacia. Possiamo, infatti, portare facilmente sulle nostre tavole molti alimenti fermentati che contribuiranno a farci stare in salute.

Ecco quali sono.

Lo yogurt è l’alimento fermentato per eccellenza. È ricco di fermenti vivi che aiutano la digestione. Lo si può acquistare al supermercato, ma può anche essere preparato in caso con la yogurtiera.

Il kefir è una bevanda preparata con latte (per i vegani c’è anche la versione con latte vegetale). È ricca di fermenti lattici e probiotici vivi, un vero toccasana per l’apparato digerente.

Il tempeh, conosciuto anche con il nome di ‘carne di soia’ è un alimento a base di semi di soia gialla fermentati. Rinforza le ossa e protegge il cuore.

Il miso, invece, è un condimento naturale a base di soia, cereali e sale marino integrale. Lo si può utilizzare in sostituzione del dado vegetale per preparare brodo, minestre e risotti.

Infine c’è l’amasake che è un dolcificante naturale ottenuto dalla fermentazione del riso o più raramente di altri cereali.