Allarme soldi falsi, ecco come riconoscere le monete da 2 euro

2 euro

Da qualche anno, ormai, è boom di soldi falsi. Banconote e monete.

Ma secondo l’allarme lanciato negli ultimi mesi dalle forze dell’ordine, la moneta da 2 euro sarebbe tra quelle più facilmente riproducibili.

Riconoscerle non è affatto semplice, ma basta qualche piccolo trucco per smascherare i falsi.

Le ‘vittime’ principali sono i turisti e gli anziani.

I soldi sono realizzati molto bene e per distinguerli serve qualche consiglio del Comando Antifalsificazione Monetaria dei Carabinieri.

Le forze dell’ordine, grazie ai controlli ‘Estate 2017’, secondo quanto riporta il sito ‘QuiFinanza’, tra giugno e settembre sono riusciti già a sequestrare moltissime banconote false da 10, 20 e 50 euro, ma soprattutto da 2 euro, in particolare a Napoli, dove sono state ritrovate 900 monete destinate ad una gelateria. Un vero e proprio record per un’unica attività.

Secondo gli esperti il business è fiorente perché le monete attirano molto meno l’attenzione e sono facili da smerciare.

Per riconoscerle però basta una semplice calamita. Se sono attratte di sicuro saranno vere, mentre se non si attaccano sono false.

“I falsari non riescono infatti a riprodurre il magnetismo – hanno spiegato le forze dell’ordine -, che la Zecca ottiene con un procedimento particolare e che serve a far riconoscere le monete dalle macchinette. In commercio ci sono dei piccoli bastoni con una calamita ad una estremità, li usiamo anche noi”.

Oltretutto, pare che le monete false non vengano accettate dai distributori automatici installati all’esterno di tabaccheria e farmacie. Occhio alle fregature, dunque!