Amanda Knox: “Voglio tornare a Perugia”

Vuole “chiudere il cerchio”. Per questo Amanda Knox vuole tornare in Italia, a Perugia. Lo confessa in una intervista dal titolo “My Life After Prison” rilasciata alla rivista People.

So che Perugia è forse l’ultimo posto al mondo dove sono la benvenuta – si legge su People – ma per me significa molto poter smettere di averne paura, e vederla attraverso gli occhi della mia famiglia“. Una famiglia che, per starle vicino, ha vissuto in Umbria durante gli anni del processo.

Mi fa paura – continua Amanda – ma voglio tornare per essere solo una persona in un luogo, avere una memoria che non sia legata al processo, e allora quello potrebbe essere il mio ultimo ricordo di quel posto“. Un ricordo finalmente lontano dal dolore del carcere e delle fughe dai flash dei paparazzi.

Insomma, a sei anni dall’assoluzione per l’omicidio di Meredith Kercher e dalla riconquista della libertà Amanda vuole chiudere definitivamente quel capitolo della sua vita che ancora oggi le provoca attacchi di ansia. Sempre a People, infatti, ha confessato di aver avuto attacchi di panico quando in Germania ha sentito alcune persone parlare in italiano: “Quella lingua è associata al dolore adesso, e questo non mi piace”.

https://www.instagram.com/p/BSePbe3lXPV/?hl=it&taken-by=amamaknox

Intanto il sindaco della città umbra non ha voluto commentare la notizia, mentre Raffaele Sollecito (suo fidanzato all’epoca dei fatti, anche lui assolto) ha dichiarato: “Se dovesse esserci una richiesta, io certamente la valuterei. Per ora, però, ho solo visto qualcosa sui giornali di sfuggita”.

Amanda oggi vive a Seattle con il fidanzato Christopher Robinson e sta scrivendo un libro (il secondo) che vuole essere “in parte una sorta di memoriale, e in parte un documento di giornalismo investigativo, sul sistema giudiziario raccontandolo dal punto di vista di una donna che lo ha attraversato”.

https://www.instagram.com/p/BX89KYrFzNp/?hl=it&taken-by=amamaknox

Guarda qui la video-intervista di People Crime