Ancona, sul bus minaccia con coltello bimba di due anni per farsi consegnare la borsa dalla madre

L’uomo, un 60enne di origini maghrebine, è stato individuato e arrestato.

Sono stati attimi di vera e propria paura quelli passati da una mamma su un autobus urbano nella città di Ancona: derubata sotto la minaccia di fare del male alla figlioletta di appena due anni.

La vittima è una donna straniera che la mattina dello scorso 28 agosto si trovava con la sua piccola a bordo dell’autobus 1/4 in via Marconi.

Ad un certo punto, e senza che alcun passeggero se ne accorgesse, le si è avvicinato un uomo di origini maghrebine sulla sessantina che ha tirato fuori un coltello puntandolo alla gola della piccola e chiedendo alla donna di dargli la borsa altrimenti avrebbe fatto del male alla figlia.

La giovane mamma non ha esitato un momento e ha consegnato la borsa al ladro che si è dileguato scendendo alla prima fermata utile. La malcapitata, però, ha avuto la prontezza di chiedere subito aiuto al conducente che le ha consigliato di sporgere denuncia.

Poco dopo è stato rintracciato il cellulare della vittima (era nella borsa consegnata al ladro) che era finito nelle mani di un ignaro acquirente che lo aveva comprato come pezzo usato in un negozio. Da lì ci è voluto poco per risalire al ladro e arrestarlo.

Ora il 60enne è in carcere ad Ancona.

Leggi anche: Lite per l’altalena dei figli, spedizione punitiva contro un papà: 3 arresti.

Da SaluteLab: Tigna: cos’è, cause, sintomi.