Andrea Bocelli e il momento in cui perse la vista del tutto: aveva 12 anni

Nato con problemi agli occhi, il tenore è diventato cieco dopo un incidente durante una partita di calcio.

Andrea Bocelli

Andrea Bocelli è senza dubbio il tenore vivente più famoso al mondo e uno degli artisti più acclamati del mondo.

Il cantante è nato il 22 settembre 1958 a Lajatico, in provincia di Pisa. Pur avendo avuto sin dalla nascita problemi agli occhi con una diagnosi di glaucoma, Bocelli perse del tutto la vista dopo un incidente durante una partita di calcio.

Andrea, infatti, aveva 12 anni quando un coetaneo lo colpì alla testa accidentalmente, causandogli un’emorragia cerebrale.

Il tenore italiano ha raccontato che “da bambino ero molto vivace e incontrollabile. Adoravo giocare a calcio e un giorno, durante una partita, sono stato colpito violentemente in faccia con una pallonata sull’occhio destro, l’unico con cui ho vedevo le luci e i colori“.

I medici fecero persino ricorso alle sanguisughe in uno sforzo disperato per salvargli la vita ma senza successo e così Bocelli rimase cieco: continuò a studiare musica con il codice Braille.

La carriera di Andrea Bocelli

La vita di Bocelli cambiò quando Luciano Pavarotti, esortato da Zucchero, lo ascoltò cantare. Da allora il tenore ha registrato 13 album da solista e ha venduto oltre 70milioni di dischi, guadagnandosi un posto da protagonista sulla Hollywood Walk of Fame.

Bocelli è sposato con Veronica Berti e vive felicemente in Toscana con i suoi tre figli: Virginia, Amos e Matteo.

Leggi anche: Tentato furto nella villa di Andra Bocelli. Il tenore si trovava in casa.